In Sicilia boom di presenze alla riapertura dei siti archeologici.

La riapertura dei musei e delle aree archeologiche in Sicilia dopo il lockdown fa registrare grandi numeri, con oltre 7 mila presenze nell’ultimo week end di maggio e quasi 30 mila prenotazioni già effettuate on line fino a domenica prossima 7 giugno, data entro la quale gli ingressi continueranno a essere gratuiti. I siti riaperti durante il primo fine settimana sono stati 22 cui se ne sono aggiunti, a partire da mercoledì 3 giugno, ulteriori 6. Un numero in progressiva crescita dal momento che giornalmente nuove strutture definiscono le necessarie opere di sanificazione.
Il progetto  La Cultura Riparte è stato reso possibile grazie all’App Youline, un sistema di prenotazione on-line messo gratuitamente a disposizione della Regione Siciliana da un’azienda che ha sponsorizzato l’iniziativa. Grazie a tale sistema, infatti, è stato possibile programmare le visite nel rispetto delle prescrizioni contenute nelle Linee Guida anti Covid 19 evitando il rischio di code e assembramenti ai botteghini.Un successo sottolineato con soddisfazione dal neo assessore dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana Alberto Samonà e dal presidente della Regione Nello Musumeci.

Foto di Luca Romano.

Condividi questo post